Appuntamenti

home

  • giovedì 11 novembre 2021

    IV appuntamento della serie di eventi
    PARLIAMO DI DONNE

    a cura di Rosaria Faretina

    Parleremo degli aspetti psicologici che causano o perpetuano
    il divario di genere e che determinano le differenze fra il comportamento femminile e quello maschile in termini di carriera, potere e denaro: credenze, convinzioni, valori, identità, missione.

    Rosaria Faretina è laureata in Linguistica e Letteratura delle  Lingue Romanze. È specializzata in PNL ed è Coach, Trainer Formatrice ed Heilpraktikerin.

    EVENTO ONLINE SU PIATTAFORMA ZOOM
    Join Zoom Meeting
    https://us06web.zoom.us/j/83176023166?pwd=L1hLaStrMUp1bDUxY0xTWlpIWFk3Zz09
    Meeting ID: 831 7602 3166
    Passcode: donne

    Per scaricare il volantino cliccare qui
    Info: donne@rinascita.de
    —————————————-
  • venerdì 26 novembre
    sala 211/212 di EineWeltHaus (Schwanthalerstr. 80 – U4/U5 Theresienwiese)rinascita e.V. invita al
    BRINDISI DI NATALE

    un momento per stare insieme e conoscere le attività dell’associazione e il suo appena eletto nuovo direttivo.


    scarica il volantino

    A causa delle restrizioni ancora in vigore per via del covid-19 l’evento si terrà in due
    fasce orarie, una prima fascia dalle 17 alle 19 ed una seconda fascia dalle 20 alle 22.
    Il programma sarà identico per le due fasce:- Presentazione dell’associazione e del nuovo direttivo da parte della nuova presidente
    Simonetta Soliani
    – Storie natalizie – a cura di Simone Cofferati
    – Scene natalizie – una raccolta di scene natalizie dai film italiani di ogni epoca – a cura di Valentina Fazio
    – Brindisi con pandoro e panettone
    – Mercatino del libro “un libro un euro”L’evento avrà luogo in osservanza delle attuali norme vigenti 3G. Vi preghiamo di
    presentare l’attestazione di vaccinazione o guarigione o il tampone accompagnati da un
    documento di identità.

    Prenotazione obbligatoria entro il giorno 25 novembre all’indirizzo email
    eventi@rinascita.de
    Preghiamo di specificare la fascia oraria prescelta (se 17-19 o 20-22)

    Ingresso libero
    Informazioni: eventi@rinascita.de

————————————-

  • mercoledì 8 dicembre alle ore 19:00
    sala 110 di EineWeltHaus (Schwanthalerstr. 80 – U4/U5 Theresienwiese)

    APERITIVO CON LA STORIA

    – I bronzi di Riace, il pugilatore e il principe ellenistico: Quando le grandi statue di
    bronzo raccontano la gloria del passato.

    Prenotazione obbligatoria a: eventi@rinascita.de
    Posti disponibili: 8.

    Rispetto della regola delle 3G obbligatorio.

    Costo, incluso aperitivo rinforzato: € 10.

    Organizza rinascita e.V.

    L’espressione “andare a ramengo” significa andare in rovina o in bancarotta e risale a una pratica punitiva applicata nel Ducato longobardo che aveva come capitale Asti tra il VI al IX secolo d.C. In quel contesto, ma anche per diversi secoli successivi quando Asti fu integrata al Ducato di Savoia, i condannati per reati relativi al patrimonio – e soprattutto gli autori di fallimenti – venivano infatti confinati nel comune più periferico del ducato: Aramengo. Questo piccolo paese, che oggi conta meno di 600 abitanti ed è situato in una posizione collinare tra la provincia di Asti e quella di Torino, deve il suo nome proprio all’essere stato luogo di confino, perché Aramengo nasce dalla volgarizzazione dell’espressione latina “ad ramingum”, cioè allontanarsi o essere allontanati. Quindi “andare a Aramengo” – o nella sua deformazione “andare a ramengo” – divenne presto una locuzione popolare, diffusa prima in Piemonte e nella Lombardia occidentale, e poi in tutta Italia dopo l’unità, che significava, e significa ancora oggi, andare in rovina o in bancarotta. Le parole dalla Storia – Andare a ramengo

home